Con la fine di aprile, la bella stagione è sempre più vicina e le giornate iniziano ad allungarsi e a regalare un dolce tepore che invita a passare più tempo all’aria aperta. E chi ha già una piscina in giardino non vede l’ora di passare piacevoli pomeriggi a rilassarsi a bordo vasca, tra nuotate e giochi in acqua. Sorgono, però, alcuni dubbi. Quando è il momento giusto per riaprire la piscina? Quali sono le azioni da compiere prima di nuotare e tuffarsi in totale sicurezza? Ecco tutte le risposte, corredate di utili consigli per affrontare correttamente la riapertura della piscina.

Quando riaprire la piscina?

La domanda è proprio questa: quando può iniziare ufficialmente le stagione di divertimento e relax in acqua e a bordo vasca per te e i tuoi familiari e amici? La risposta non è univoca e dipende da diversi fattori, tra cui zona geografica e andamento climatico solo per citarne alcuni.

Lo sappiamo, la bella stagione ci impiega un po’ a stabilizzarsi e anche se sembra ormai giunta con le sue calde e soleggiate giornate, un acquazzone o un colpo di coda dell’inverno sono sempre possibili.

Per cui, il consiglio che possiamo darti è di non lasciarti prendere dalla fretta e osservare la tendenza delle previsioni per accertarti che il caldo sia davvero stabile.

Primi passi per la riapertura della piscina

La fretta è una cattiva consigliera anche in fase di riapertura della piscina, quindi programma in anticipo le operazioni e dedica il giusto tempo ad ogni operazione.

Per prima cosa dovrai procedere a rimuovere il telo invernale e, prima di riporlo, assicurati di lavarlo accuratamente, farlo asciugare e cospargere uno strato di talco sulla parte che rimane all’interno della piegatura per contrastare l’umidità. Se la tua piscina è dotata di copertura automatica, prima di azionare il meccanismo di apertura, dovrai assicurarti di aver eliminato con una pompa a immersione eventuali depositi di acqua piovana.

Fatto questo, dovrai occuparti della scrupolosa pulizia del rivestimento interno della piscina, dal fondo alle pareti laterali della vasca, per garantire una balneazione sicura per tutti.

Per risparmiare tempo puoi affidarti a un robot pulitore che, una volta avviato, si occuperà di rimuovere facilmente e velocemente ogni traccia di sporcizia lungo tutto il perimetro della vasca, senza tralasciare fondo, pareti verticali ed eventuali gradoni d’ingresso.

A questo punto, è importante controllare il corretto funzionamento di tutto l’impianto di filtrazione, dalla pompa alle tubature agli skimmer (o allo sfioro).

L’ultimo step è il trattamento d’urto o clorazione shock, indispensabile per riportare i parametri dell’acqua al livello ottimale eliminando batteri, alghe e funghi residui. Si tratta di un trattamento intensivo per sterilizzare l’acqua della piscina, con una quantità di cloro superiore rispetto al solito.

SOS riapertura piscina: chiedi agli esperti

Il fai da te ti spaventa?
Cerchi il supporto di personale qualificato per la riapertura della tua piscina?
Nessun problema, ci pensiamo noi! Tra i servizi offerti da Coind Piscine c’è anche la manutenzione ordinaria della piscina, che include i protocolli di apertura e chiusura dell’impianto e gli interventi a chiamata per un’assistenza tempestiva nella gestione della piscina.
Non esitare a contattarci per avere tutte le informazioni utili sulle modalità di erogazione e le possibilità di personalizzazione del servizio.